Diagnosi

L’articolazione sacroiliaca come causa di sintomi: diagnosi

Ai fini della diagnosi di disfunzione dell’articolazione sacroiliaca (SI) è necessaria un’adeguata interpretazione dell’anamnesi del paziente, dei risultati degli esami clinici e degli studi di diagnostica per immagini. Spesso, in concomitanza con una patologia dell’articolazione SI, sono presenti patologie dell’anca o lombari. All’esame obiettivo, i pazienti con disfunzione dell’articolazione SI presentano uno qualsiasi dei seguenti sintomi, o tutti:

  • Lombalgia
  • Dolore alla palpazione nella regione sacroiliaca posteriore
  • Reazione alle manovre di provocazione dell’anca (ovvero, test di Faber) e assenza di deficit neurologico
  • Asimmetria articolare osservabile alla TC e alla RM

Nei casi in cui si sospetta che l’origine della lombalgia sia riconducibile all’articolazione SI, è possibile ottenere una conferma mediante l’esecuzione di un’iniezione intrarticolare di lidocaina sotto guida fluoroscopica o TC. Il risultato di questo test costituisce la prova diagnostica decisiva: la risoluzione temporanea dei sintomi in seguito all’iniezione di lidocaina indica infatti che l’articolazione SI è la causa della lombalgia.

Esame dell’articolazione SI

  • Diagnosi differenziale per escludere altre cause di dolore.
  • Indicazione del punto in cui si avverte dolore in posizione eretta (test di Fortin)
  • Dolore in corrispondenza del solco dell’articolazione SI
  • Dolore alla palpazione in corrispondenza dell’articolazione SI posteriore
  • Test di posizione per verificare la simmetria pelvica
  • Dolore sul lato che sostiene il peso in seguito al test di equilibrio su una gamba sola
  • Test di provocazione
  • Iniezioni diagnostiche nell’articolazione SI

Test di provocazione

Iniezione diagnostica nell’articolazione SI

  • Accesso posteriore e inferiore
  • Ago da 22 gauge e 5’’, con mandrino
  • 0,25 mL di mezzo di contrasto
  • 1,25 mL di lidocaina, +/- 0,75 mL di steroide