Revisione sistematica della fusione dell’articolazione sacroiliaca minimamente invasiva utilizzando una tecnica transarticolare laterale

Jake Heiney, MD, Robyn Capobianco, MA, Daniel Cher, MD. International Journal of Spine Surgery. 2015; 9: Articolo 40.

Jake Heiney, MD,1 Robyn Capobianco, MA,2 Daniel Cher, MD2

1 University of Toledo Medical Center, Toledo, Ohio, 
2 SI-BONE, Inc., San Jose, California

Uno o più dei soggetti nominati potrebbero essere o essere stati dipendenti, consulenti retribuiti, investitori, sperimentatori per investigazione clinica o destinatari di fondi di studio SI-BONE. La ricerca ivi descritta potrebbe essere stata supportata per intero o solo in parte da SI-BONE.

Abstract

PremesseUn numero di studi è stato pubblicato sulla fusione chirurgica minimamente invasiva (MIS) dell’articolazione sacroiliaca (SI) mediante approccio trans-articolare laterale. Qui riportiamo una revisione sistematica e una meta-analisi per riepilogare le misure operative e gli esiti clinici riportati negli studi pubblicati di fusione dell’articolazione sacroiliaca.

MetodiLa revisione sistematica veniva eseguita in base agli standard PRISMA. PubMed ed EMBASE venivano cercati utilizzando i termini articolazione sacroiliaca E fusione Erano compresi articoli “peer-review” originali in lingua inglese che riportavano risultati clinici su almeno 5 casi di fusione MIS dell’articolazione sacroiliaca mediante approccio trans-articolare laterale. Veniva eseguita una meta-analisi a effetti casuali (RMA) sulle variabili selezionate utilizzando il metodo DerSimonian and Laird, comprendendo misure operative, scale VAS del dolore dell’articolazione sacroiliaca (scala 0-10) e l’Indice di disabilità di Oswestry (ODI). Venivano calcolati la media e gli intervalli di confidenza 95% (IC) e valutata l’eterogeneità. Altri risconti venivano riepilogati in modo qualitativo.

RisultatiUn totale di 18 articoli soddisfaceva i criteri di inclusione. Dopo aver considerato coorti sovrapposte, sono stati estratte 12 coorti uniche provenienti da 4 paesi per un totale di 432 soggetti. L’RMA medio (range) era di 59 minuti (27-78) per il tempo procedurale, 36,9 cc (10-70) per la perdita di sangue stimata e 1,7 giorni (range 0-7) per la lunghezza di ricovero (LOS). Il punteggio del dolore [IC 95%] medio RMA calava di 5,2 punti a 6 mesi e 5,3 punti a 12 mesi (punteggio al basale di 8,1 [7,8-8,4], punteggio a 12 mesi di 2,7 [2,1-3,3]) e punteggio a 24 mesi di 2,0 (1,4-2,5). L’ODI si riduceva di 31 punti a 12 mesi (punteggio al basale di 56,2 [51,0-61,5], punteggio a 6 mesi di 30,7 [21,8-39,6] e punteggio a 12 mesi di 25,1 [12.3-37.9]). Alcune stime mostravano una variazione significativa tra gli studi e tra i tipi di impianti utilizzati. Altri esiti riferiti supportavano gli effetti positivi della fusione dell’articolazione sacroiliaca.

ConclusioneGli studi pubblicati sulla fusione dell’articolazione sacroiliaca MIS mediante approccio trans-articolare laterale confermano le sue caratteristiche minimamente invasive con minima perdita di sangue e brevi tempi in sala operatoria, e mostrano miglioramenti consistenti, rapidi, sostenuti e clinicamente importanti in dolore all’articolazione sacroiliaca, disabilità e qualità della vita riferiti nel paziente.

Download pdf (1 MB)