Work intensity in sacroiliac joint fusion and lumbar microdiscectomy

Frank C, et al. Clinicoecon Outcomes Res. 2016;8:367-76.

Abstract

Premesse: Le evidenze scientifiche a supporto della tecnica chirurgia mininvasiva per la fusione dell’articolazione sacroiliaca (SIJF) sono in continua crescita. Le Relative Value Units (RVU) di lavoro associate alla fusione minininvasiva dell’articolazione sacroiliaca sono apparentemente basse. Al momento, solo uno studio descrive la RVU della SIJF, mentre nessuno studio ha ancora confrontato la RVU della SIJF con le procedure comunemente eseguite sulla colonna vertebrale.

Metodi: sono state esaminate le cartelle cliniche di 192 pazienti, di 5 centri diversi, sottoposti a SIJF mininvasiva (American Medical Association [AMA] CPT® codice 27279) o a microdiscectomia lombare (AMA CPT® codice 63030). Sono stati estratti i tempi preoperatori associati alla diagnosi e alla cura del paziente, i parametri intraoperatori compresi i tempi di entrata e uscita dalla sala operatoria e i tempi di inizio e fine della procedura, nonché i requisiti per il trattamento postoperatorio. Inoltre, mediante visual analog scale (VAS), i chirurghi hanno quantificato l’assistenza intraoperatoria, considerando i fattori di stress, il tempo richiesto, lo sforzo fisico e la frustrazione. Il lavoro è stato definito come il tempo operatorio moltiplicato per l’intensità dell’attività.

Risultati: i pazienti sottoposti a SIJF mininvasiva sono in numero maggiore di sesso femminile. Il tempo medio della procedura chirurgica è risultato più basso per la SIJF di circa 27,8 minuti (P<0,0001) e il tempo medio totale in sala operatoria è più basso di circa 27,9 minuti (P<0,0001), nonostante una sostanziale sovrapposizione delle procedure. Il tempo di lavoro totale medio di pre-assistenza e post-assistenza è più alto negli interventi di SIJF mininvasivi (il tempo di pre-assistenza è maggiore di 63,5 minuti [P<0,0001] mentre il tempo di lavoro post-assistenza è maggiore di 20,2 minuti [P<0,0001]). Il numero di visite postoperatorie è stato maggiore negli interventi di SIJF mininvasivi. Il tempo di assistenza totale medio (preoperatorio + tempo in sala operatoria + postoperatorio) è stato maggiore nel gruppo sottoposto a SIJF (261,5 vs. 211,9 minuti, P<0,0001). I livelli di intensità intraoperativa sono stati maggiori in termini di stress, sforzo fisico e di frustrazione (P<0,0001 ciascuno). Dopo aver preso in considerazione l’intensità, i carichi di lavoro intraoperatori sono apparsi sostanzialmente coincidenti.

Conclusioni: Rispetto a una procedura chirurgica del rachide lombare comunemente eseguita, nella microdiscectomia lombare, che attualmente presenta un RVU di lavoro più elevato, il carico di lavoro preoperatorio, intraoperatorio e postoperatorio per la fusione mininvasiva dell’articolazione sacroiliaca è maggiore. L’RVU di lavoro per la fusione mininvasiva dell’articolazione sacroiliaca deve essere regolato verso l’alto, dato che la quantità di lavoro relativa è confrontabile.

Parole chiave: fusione dell’articolazione sacroiliaca, intensità di lavoro, chirurgia della colonna vertebrale, rimborso

Informazioni sull’autore: Clay Frank,1 Dimitriy Kondrashov,2 S Craig Meyer,3 Gary Dix,4 Morgan Lorio,5 Don Kovalsky,6 Daniel Cher7

  1. Integrated Spine Care, Wawautosa, WI,
  2. St Mary’s Spine Center, San Francisco, CA, 
  3. Columbia Orthopedic Group, Columbia, MO, 
  4. Maryland Brain Spine and Pain, Annapolis, MD, 
  5. Neurospine Solutions, Bristol, TN, 
  6. Orthopaedic Center of Southern Illinois, Mt Vernon, IL, 
  7. SI-BONE, Inc., San Jose, CA, USA

Informativa: uno o più dei soggetti nominati potrebbero essere o essere stati dipendenti, consulenti retribuiti, investitori, sperimentatori per investigazione clinica o destinatari di fondi di studio SI-BONE. La ricerca ivi descritta potrebbe essere stata supportata per intero o solo in parte da SI-BONE.